Cinelover's Blog

Solo un altro stupido blog dedicato al cinema

Boogie Nights – L’altra Hollywood

Posted by Emanuel Righetto su dicembre 7, 2005

Boogie NightsBoogie Nights di Paul Thomas Anderson, 1997. Caspita! Io negli anni 70 sono nato per cui non posso avere ricordi per esperienza diretta ma quello che ho visto nel film domenica corrisponde allo stereotipo che ho degli anni 70. Massima cura nella scelta delle location, degli arredamenti (soprattutto per i poster alle pareti e i soprammobili), i vestiti, le acconciature, le macchine, la musica… in somma: Boogie Nights è il manifesto degli anni 70 in chiave porno. Il protagonista del film è Mark Wahlberg che ho recentemente visto in The Italian Job ma che ricordo e apprezzo più per il giovane psicopatico che ci ha regalato in Fear. Si narra la sua ascesa nello star system del porno grazie alle dimensioni del suo pennello. In questo film viene privilegiato l’ aspetto sociale del porno e della vita delle porno star che trovano il loro abitat e la loro vera identità solo nella comune del regista. I protagonisti ispirano quasi tenerezza perchè dal mondo esterno vengono trattati come dei rinnegati mentre all’ interno della loro cerchia riescono a trovare una parvenza di vita normale, dei surrogati di rapporti interpersonali. Boogie Nights ci regala un mondo del porno in conflitto con se stesso: da una parte l’ avvento delle VHS promette nuovi lauti guadagni, dall’ altra parte la fantasia, il genio e la voglia di sperimentare soluzioni nuove dei registi costretti a piegarsi alle regole di mercato, fino a prima ignorate.
La scena in cui la moglie di un tecnico addetto alle riprese si fa sbattere con trasporto davanti ad un folto pubblico di guardoni mi ha fatto morire. Il marito chiede spiegazioni e lei: “Per favore! Non rompere come al solito!”. Incredibile.
Heather Graham, versione lolita con i rollerblade si guarda volentieri.

Una Risposta to “Boogie Nights – L’altra Hollywood”

  1. […] sua vita, quindi abbandona tutto e torna dalla sua fidanzata. Dignitosi sia Jennifer Aniston che Mark Wahlberg, anche se nelle scene di canto la voce non è la sua perchè viene doppiato. La band di cui si […]

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger cliccano Mi Piace per questo: