Cinelover's Blog

Solo un altro stupido blog dedicato al cinema

Archive for agosto 2006

The Producer – Una gaia commedia neonazista

Posted by Emanuel Righetto su agosto 27, 2006

The Producers - Una gaia commedia neonazistaNel 1968 Mel Brooks esordisce sul grande schermo con Per favore, non toccate le vecchiette, che segna anche l’inizio del sodalizio artistico con Gene Wilder. Il film non incassa molto, ma Mel Brooks ottiene al suo esordio l’Oscar alla migliore sceneggiatura originale.

Il suo ultimo successo è la trasposizione teatrale del suo primo film, Per favore, non toccate le vecchiette, in scena a Broadway, The Producers (titolo originale del film), diretto da Susan Stroman, con Nathan Lane e Matthew Broderick nei ruoli che furono rispettivamente di Zero Mostel e Gene Wilder. Lo spettacolo ebbe un enorme successo e vinse un numero record di Tony Award 2001, ben 12. Nel 2005 lo spettacolo è stato traformato a sua volta in un film, per volere di Brooks, che voleva preservare su pellicola uno show che aveva ricevuto un grandissimo successo; il titolo del remake del film, anch’esso prodotto da Brooks, è rimasto quello originale, ed è distribuito in Italia come The Producers – Una gaia commedia neonazista. La sceneggiatura è fedele più all’adattamento teatrale che alla pellicola del 1968, ed ha mantenuto lo stesso cast principale del musical (la regista Susan Stroman e i due interpreti principali, Nathan Lane e Matthew Broderick), ai quali vanno aggiunte altre due star nel cast, Uma Thurman (nel ruolo di Ulla) e Will Ferrell (Franz Liebkind). Fonte Wikipedia.

Il film è gradevole e a tratti la comicità di Mel Brooks è irresistibile. Lo scarso successo di botteghino qui in Italia è da imputare al solo fatto che non siamo abituai a ridere con con prodotti di qualità ma aspettiamo sempre vacanze di natale.

Posted in Movies | Leave a Comment »

Wuxia

Posted by Emanuel Righetto su agosto 19, 2006

La tigre e il dragoneVolendo tradurre Wuxia si potrebbe dire che wu=marziale  xia=cavaliere. E’ un genere, non solo cinematografico, prettamente cinese, secondo molti paragonabile all’occidentale “cappa e spada”. Nello Wuxiapian (specifico del genere cinematografico:Wuxiapian infatti contiene il suffisso “pian” che sta per cinema)  si racconta di personaggi mitici ed eroi epici della tradizione cinese, di cavalieri erranti e spadaccini volanti. Elementi fondamentali e denominatori comuni di questo genere sono i codici del comportamento cavalleresco, la vendetta, la difesa dei deboli dai prepotenti. E il più delle volte c’ è una storia d’ amore di mezzo, meglio se tormentato.
In ordine di tempo gli ultimi film più riusciti del genere Wuxia sono La tigre e il dragone del pluripremiato regista Ang Lee, Hero sponsorizzato in pompa magna da un certo Quentin Tarantino e La foresta dei Pugnali Volanti.

Appartiene allo Wuxia anche Seven swords del 2005 anche se toglie la componente favolistica ai combattimenti tra i cavallieri erranti. Girato in chiave molto hollywoodiana nel film se le danno di santa ragione: scorre sangue, rotolano teste. E scopano pure.

Cinelover per Bruttastoria.

Posted in Movies | 1 Comment »