Cinelover's Blog

Solo un altro stupido blog dedicato al cinema

Los tres entierros de Melquiades Estrada

Posted by Emanuel Righetto su novembre 12, 2006

Los tres entierros de Melquiades EstradaDa qualche parte una volta lessi che Tommy Lee Jones non accetti un copione se non prevede almeno un morto. Ora grazie alla splendida sceneggiatura di Gulliermo Arringa, il signor 21 Grammi, Tommy Lee Jones esorcizza questa tendenza trasformandosi in un necroforo e nella duplice veste di protagonista e regista a Cannes nel 2005 si porta a casa la Palma d’ oro per la miglior sceneggiatura e per la miglior interpretazione.
Il film girato in Texas, nel ranch di proprietà del regista, narra della profonda amicizia che lega Pete Perkins (Tommy Lee Jones) e Melquiades Estrada un bracciante messicano immigrato illegalmente. E’ questo sentimento che spinge Pete ad indagare per scovare l’ assassino dopo che il corpo di Melquiades viene ritrovato in pieno deserto sepolto in tutta fretta. Lo stesso sentimento che unito alla pietas dona la forza per affrontare un viaggio a ritroso alla ricerca del paese natio in Messico dove seppellire per sempre Melquiades. L’ esordio dietro la macchina da presa del Man in Black ci regala pagine di estrema violenza e nello stesso tempo di dolce abbandono, non dimenticando di inserire, solo quando serve, un spunto di comicità. Il risultato è una critica all’ America che ha perduto il suo senso profondo di culla di diverse culture e ogni rispetto per gli ultimi. Una critica all’ America di oggi, imbottita di tv spazzatura e costretta a galleggiare come un cadavere su un mondo fatto di case/roulotte (simbolo dell’ instabilità) e non luoghi come i centri commerciali e motel dove inscenare qualche tradimento senza coinvolgimenti emotivi per sfuggire alla noia e sentirsi, almeno per un po’, di nuovo vivi.

2 Risposte to “Los tres entierros de Melquiades Estrada”

  1. […] che abitano quattro angoli lontannissimi tra loro? Secondo Alejandro Gonzalez Inarritu, regista, e Gulliermo Arringa, sceneggiatore, questo è verosimile. I due autori messicani, innamorati della poetica della […]

  2. […] che si trasformano in macchine di morte a causa di una psiche completamente deviata dagli orrori. Tommy Lee Jones è un ex militare in pensione che indaga sulla scomparsa del secondo genito appena ritornato dalla […]

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger cliccano Mi Piace per questo: