Cinelover's Blog

Solo un altro stupido blog dedicato al cinema

Donnie Darko

Posted by Emanuel Righetto su marzo 26, 2007

Donnie Darko Questo è il film d’esordio di Richard Kelly. I miei amici nerd di wikipedia dicono che questo è un film di fantascienza/fantasy/thriller e che

per capire alcuni concetti occorre conoscere i principi di base che stanno alla moderna fisica, in particolare i concetti di Spazio-tempo e dei Wormhole. Per capire bene il film è necessario trovare e leggere su internet il libro di R. Sparrow: “La filosofia dei viaggi nel tempo”.

Io Roberta Sparrow nemmeno sapevo chi fosse e ieri sera, mentre lo guardavo, mi sono anche addormentato.
Quindi non mi cruccio più di tanto se non c’ho capito un piffero.
Però alcune considerazioni positive sono propenso a farle: un film in cui si parla anche di problemi dell’adolescenza senza sbracare sui tormentoni stracciapalle, oddio quella la amo ma non mi caga nemmeno, resteròpersempresolo, gli adulti non mi capiscono, ma si va a scandagliare (con tinte non propriamente rassicuranti) il desiderio di morire, merita sicuramente un plauso.
I fratelli Maggie e Jake Gylllenhall, ai loro primi lavoretti (il film nonostante in Italia sia stato distribuito solo due anni fa, negli USA è uscito nel 2001) si sono fatti notare: di strada ne hanno fatta perchè sono molto bravi entrambi.
Il film è ambientato nel 1988 e la colonna sonora è perfettamente solidale:
NotoriousDuran Duran
Never tear us apartInxs, e di conseguenza Love will tear us apartJoy Division
e per finire Mad World dei Tears for Fears, nella cover di Gary Jules, riportano indietro a quell’atmosfera magggggica degli ’80, che a me tanto piace.

The dreams in which I’m dying
Are the best I’ve ever had

2 Risposte to “Donnie Darko”

  1. Fra said

    Io ci ho fatto un cineforum su sto film…. il problema che ti fai prendere dalle pippe mentali del protagonista e dalle domande che pone il film… ma é solo un film, ben fatto ma non ha delle risposte xché é “fiction”.

    Io adoro Jake Jyllenhaal quel fisico da macho e quel faccino da orsacchiotto🙂

  2. controreazioni said

    Concordo, non c’è bisogno di conoscere stephen hawking per parlare di questo film.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger cliccano Mi Piace per questo: