Cinelover's Blog

Solo un altro stupido blog dedicato al cinema

Archive for dicembre 2007

Il colore della libertà

Posted by Emanuel Righetto su dicembre 22, 2007

Il colore della libertàIl titolo originale era Goodbye bafana, dove bafana in lingua tribale xhosa significa ragazzo. Nel film del regista danese Billie August si racconta la storia dei 27 anni di carcere di Nelson Mandela dal punto di vista del suo carceriere James Gregory, interpretato Joseph Finnies. Condensare 27 anni di carcere in 140 minuti era un’impresa davvero titanica, specie se si tratta illustrare la grandezza di un’eroe della modernità e sintetizzare i profondi cambiamenti del South Africa, quindi non è il caso di stracciarsi le vesti se il risultato è un po’ troppo pressapposchista. La rappresentazione dell’ottusità della popolazione bianca pro apartheid è affidata solo alla parrucchiera, gnocca ma oca, interpretata da Diane Kruger e alle sue amiche. Lei è presente in tutte le decisioni del marito carceriere ma incontra l’illustre prigioniero solo alla fine del film: lo spettatore nemmeno lo avverte il mutamento del comune sentire in merito all’apartheid. Mentre è troppo diritta la strada che porta alla conversione del poliziotto incaricato di vagliare la corrispondenza dei detenuti, prima convinto sostenitore dell’inferiorità dei neri e nel giro di pochi frames sostenitore della uguaglianza tra le razze.
Dennis Haysbert, Mandela, più carismatico di Joseph Finnies.
Tuttavia è un film che mi sento di raccomandare caldamente: tutti gli esseri umani nascono liberi ed eguali in dignità e diritti, non lo si ripete mai abbastanza.

Annunci

Posted in Movies | Contrassegnato da tag: , , , , | 1 Comment »

Film che val la pena di vedere #2

Posted by Emanuel Righetto su dicembre 12, 2007

Diario di uno scandalo, una maestra prossima al pensionamento, Judi Dench, si invaghisce di una sua collega più giovane, Cate Blanchett, che a sua volta porta avanti una tresca di sesso con un suo allievo quindicenne. L’ho visto nei giorni in cui l’insegnate Debra Lafave, condannata nel 2005 per aver fatto sesso con un suo allievo quattordicenne, si è messa di nuovo nei guai. E’ riduttivo dire che il fascino della relazione proibita tira sempre… però alla fine è quello che mi è rimasto.
Guida per riconoscere i tuoi santi: tratto da un romanzo autobiografico di Dito Montel, diretto da Dito Montel. Prodotto da Robert Downey Jr, in collaborazione con la moglie di Sting, e interpretato da Robert Downey Jr. Lo so verrebbe da storcere il naso a chiunque ma il ritratto del Queens, il quartiere povero di New York, è davvero commovente. Mi commuovo sempre però quando i film sono ambientati negli anni 80.
Centochiodi: il paccone di Ermanno Olmi con Raz Degan (per niente credibile nella parte dell’intellettuale in crisi di identità) è un po’ troppo furbetto, per i miei gusti, nei confronti del tema religioso: troppo comodo limitarsi a sentenziare che per quanta sapienza racchiudano i libri non parlano da soli. Però l’affresco della provincia polesana è davvero godibilissimo.

Posted in Movies | Contrassegnato da tag: , , , , , , | 1 Comment »