Cinelover's Blog

Solo un altro stupido blog dedicato al cinema

Posts Tagged ‘Brad Pitt’

Inglourious Basterds

Posted by Emanuel Righetto su ottobre 13, 2009

Bastardi senza gloria. Ero curioso di vedere dove e come Tarantino avrebbe piazzato l’ormai consueta scena di feticismo del piede. Riesce sempre a sorprendere: geniale trovata il pretesto della scarpetta perduta, che fa tanto Cenerentola. Ma a ben guardare il nostro Quentin ha preso due piccioni con una fava: Diane Kruger oltre che ad avere piedi bellissimi, nel film è la copia fedele della Barbara Bouchet degli anni ’70. Tarantino è un grande: fa i film per giocare con i suoi feticci e riesce pure a farti divertire.

Contrariamente a quello che sostengo di solito il doppiaggio italiano in questo caso massacra il risultato finale. Le 4 lingue parlate nel film, inglese, tedesco, francese e siciliano, meritano di essere godute nella versione originale con i sottotitoli, in modo da poter percepire in pieno la dissacrazione dell’inglese masticato nel Tennessee prima e l’improbabile siciliano poi, ad opera del tenente Aldo Raine (Brad Pitt).

Posted in Movies | Contrassegnato da tag: , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , | Leave a Comment »

Super spoilerone #2

Posted by Emanuel Righetto su giugno 6, 2008

Un’altra giovinezza di Francis Ford Coppola. Un tizio che arrivato ad un passo dalla demenza senile si vorrebbe suicidare ma viene colpito da un fulmine e di colpo inizia a ringiovanire. Je piacerebbe. Al nostro Francis che si è autoprodotto (e quindi in pratica aveva carta bianca) perdoniamo alcuni passaggi confusi perchè ci regala una fotografia bellissima e paesaggi mozzafiato. Tim Roth è un mostro di bravura.

L’altra faccia di Beverly Hills di Tamara Jenkins. Opera prima che risale ad un po’ di tempo fa. Un godibilissimo racconto di una sagace ragazza alla prese con i problemi adolescenziali e una verginità di cui vuole liberarsi al più presto. Dinamiche famigliari tumultuose ambientate poco lontane dalle villone delle celebrità, in un periodo poco successivo ai massacri eseguiti dalla Family di Charles Manson. Non si può non fare il tifo per l’adolescente Vivian interpretata da Natasha Lyonne (la si rivede poi nella saga American Pie) e per una pimpante Marisa Tomei. Carl Reiner è una carogna davvero credibile.

L’assassinio di Jesse James per mano del codardo Robert Ford di Andrew Domink. Parata di stelle per raccontare la storia di uno dei banditi più famosi degli Stati Uniti: Brad Pitt, Casey Affleck, Sam Shepard, Sam Rockwell e un cameo davvero azzeccato di Nick Cave nel ruolo di un cantastorie.
Brad Pitt forse è un po’ troppo eroe patinato ma d’altra parte il produttore era lui e quindi…
Casey Affleck stranamente sa recitare al contrario del suo fratello mascellone.
La fotografia e l’uso dei colori è emozionante e bilancia correttamente l’analisi psicologica dei personaggi.

Continua la saga delle recensioni prendi tre paghi uno.

Posted in Movies | Contrassegnato da tag: , , , , , , , , , , , , , , , | Leave a Comment »